Liguria
Tendenza

Donazioni di sangue, numeri importanti per le campagne estive

La giacenza media di sacche di sangue nell’estate del 2023 è aumentata del 40%, da 1000 a 1400 unità, rispetto allo stesso periodo del 2022. È un dato particolarmente positivo per il centro regionale sangue della Liguria e che è conseguente alle campagne di comunicazione di grande successo che Regione Liguria e Alisa hanno messo in campo. Quasi 4 milioni di persone raggiunte e oltre 7,4 milioni di visualizzazioni: si sono concluse con numeri record le campagne estive dedicate alla donazione di sangue che, oltre al numero record di visualizzazioni sui canali social di Regione Liguria, hanno contribuito a far crescere il numero di donatori proprio nel periodo estivo, storicamente quello più a rischio per le carenze di sangue e plasma.
Sia per la prima campagna con protagonista Carla Signoris nelle clip legate al format “Pronto, sono Carla” (1.764.156 persone raggiunte e 2.635.787 visualizzazioni), sia la seconda con Mattia Villardita, lo Spiderman savonese volontario negli ospedali e protagonista di diverse iniziative di solidarietà (2.208.267 persone raggiunte e 4.768.270 visualizzazioni), sono stati registrati numeri eccezionali. Altri aspetti di grande significato sono quelli legati ai numerosi commenti positivi espressi sulle pagine social di Regione e ai click sugli approfondimenti: quasi 20.000 persone dopo aver apprezzato le campagne, hanno scelto di documentarsi con le parole degli esperti, disponibili sui canali di Regione Liguria e Alisa.
“Per prima cosa – sottolinea Angelo Gratarola assessore alla sanità di Regione Liguria – dobbiamo dire grazie a tutti quelli che hanno donato e donano il sangue e il plasma. Questi numeri dimostrano che le nostre campagne non solo sono apprezzate dagli utenti, ma portano anche a risultati concreti. L’incremento delle donazioni di sangue è un modo per salvare delle vite. E ci si arriva anche con l’informazione e con messaggi semplici e diretti, divertenti e mirati, come abbiamo fatto in queste campagne”.
“Nel periodo della pandemia – aggiunge Filippo Ansaldi, Direttore Generale di Alisa – abbiamo visto calare in modo preoccupante la raccolta di sangue e plasma. Anche per questa ragione, abbiamo deciso di investire in modo significativo nella comunicazione per invertire la rotta, arrivando a risultati importanti. Ovviamente non dobbiamo abbassare la guardia: insieme al ringraziamento a tutti i donatori, l’invito a tutta la popolazione è di proseguire su questa strada, perché con questo gesto semplice ma fondamentale si salvano e si aiutano tante persone ogni anno”.
“I risultati che abbiamo raggiunto quest’anno – spiega Vanessa Agostini, direttrice Unità Operativa Medicina trasfusionale IRCCS Policlinico San Martino di Genova e direttore Centro regionale sangue Liguria – sono più che soddisfacenti. Abbiamo aumentato la giacenza media del 40% rispetto all’estate dello scorso anno, incrementando sensibilmente il livello minimo di giacenza che caratterizza i periodi più critici per la raccolta di sangue. Ringraziamo i donatori, le associazioni e quanto è stato fatto per sensibilizzare la popolazione, ricordando naturalmente che l’impegno non si interrompe e che dobbiamo continuare a lavorare insieme in questa direzione. È importante donare anche nel corso della settimana e non soltanto nel week end per garantire il supporto trasfusionale con piastrine”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.