politica
Tendenza

Distilo e manifestazione contro i manganelli:” mi dissocio, avrei approvato solo se fosse stata contro il genocidio”

in mezzo alle bandiere vi era il segretario del pd cos' si è chiarito che Riccardo Tomatis è il candidato anche di rifondazione comunista

Diego Distilo presidente del consiglio comunale non approva che la manifestazione contro il genocidio fosse estesa anche ai manganelli di Pisa e dice: ” A che titolo erano in piazza Trincheri  il segretario del PD di Albenga con alcuni membri dell’amministrazione comunale alla manifestazione contro i manganelli ?
Ancora una volta non si è capito che manifestare contro i manganelli vuol dire essere contro le forze dell’ordine che ogni giorno rischiano la vita con stipendi miseri per tutelare la nostra sicurezza .
In. Mezzo alle bandiere di rifondazione comunista vi era il segretario del PD, così si è chiarito a tutta la città , una volta per tutte , che Riccardo Tomatis è il candidato sindaco anche di rifondazione comunista .
Spero davvero di cuore che il segretario del PD e alcuni membri dell’amministrazione comunale siano stati lì a titolo personale e non di certo per rappresentare un partito e soprattutto il comune di Albenga poiché nell’ultimo caso, come Presidente del consiglio comunale, prendo le distanze dalla manifestazione contro i manganelli mentre sono sicuramente d’accordo se fosse stata solo  contro il Genocidio .
Continuo a manifestare la mia  vicinanza alle forze dell’ordine che per fare rispettare l’ordine pubblico devono usare ogni mezzo malgrado sono sicuro non siano felici .
Ora mi aspetto la risposta con attacchi personali poiché  ogni qual volta si esprime un pensiero diverso dall’amministrazione comunale si viene attaccati sotto ogni aspetto, dimenticandosi che il più pulito  ha la rogna”, conclude Distilo

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.