Eventi

Da Sanremo ad Albissola tante mostre d’arte

A Sanremo al Forte Santa Tecla sono visitabili due mostre di arte contemporanea: “Di là dal paesaggio” di Luca Boffi e Jacopo Valentini e “Vertigini della fuga” diGerard Venturelli. La prima è curata da Vittorio Parisi: “Di là dal paesaggio” – spiega lo stesso Parisi- rappresenta un percorso che partendo dalle fotografie di Jacopo Valentini caratterizzate da elementi reali e materiali essenziali (terre vulcaniche spoglie, schiere di alberi e rocce) e dalle installazioni di Luca Boffi fatte di erba, argilla e corteccia, si ricompone simbolicamente in Doccia, installazione immersiva realizzata a quattro mani da entrambi gli artisti e acquisita nel patrimonio del Forte la scorsa estate”. L’altra mostra è quella dell’artista francese Gerard Venturelli: “Vertigini della Fuga”, che per il Forte matuziano ha concepito, ispirato dall’antica funzione di carcere, un susseguirsi di opere ed installazioni che sembrano voler celebrare l’attimo emozionante in cui si assapora la libertà, un attimo prima della fuga, un attimo prima di assaporare nuovamente lo spazio aperto dopo una privazione. La mostra “Di là dal paesaggio” sarà visitabile fino al 30 luglio nelle sale “Magazzino di Levante”, mentre “Vertigini della fuga” occuperà gli spazi della piazza d’Armi e delle Sale Quartiere dei Soldati sarà visitabile fino al 3 settembre. Le mostre sono aperte nell’orario del Forte: da mercoledì a domenica dalle 17 e 30  alle 23.                                                                                A Cipressa a Villa Biener è in corso “Antitesi” la mostra dedicata a due fotografi: Alessio Santiago Plocarpo ed Angelo Fiore. A curare ed allestire l’evento Virginia Fiore con gli instancabili  Judith Torok  e Carlo Maglitto. Il nuovo allestimento resterà visitabile fino alla fine di settembre con il seguente orario: dalle ore 16 alle 19 dal mercoledì alla domenica.                          A Cosio d’ Arroscia, inaugurate da pochi giorni, una serie di installazioni e sale presso la Casa degli Artisti, organizzata nel circuito del MAP, Museo nomade di Arti Primarie. Inaugurati anche spazi destinati alle residenze per giovani talenti. Una delle sale è stata dedicata al grande scultore tedesco Reiner Kriester. L’evento è curato da Tribale Globale e da Giuliano Arnaldi.                                                                                                 Ad Alassio Corrado Puma  prosegue nella sua bella personale dal titolo: “Saluti e baci” alla galleria Artender. A curare la mostra è la storica dell’arte Claudia Andreotta: le opere rimarranno esposte sino al 23 luglio, con apertura venerdì, sabato e domenica dalle 21 alle 23. La sua opera è caratterizzata dalle “isole”, microcosmi brulicanti dove tutto è extra-vagante, ovvero al di fuori di un contesto definito e comune: all’interno di un pastiche architettonico solidamente costruito (torri merlate, cupole orientaleggianti, tetti alsaziani) si muovono animali da bestiario medievale, oggetti macroscopici e personaggi antropomorfici che descrivono un universo fiabesco.                                                                                                  Ad Albenga prosegue la mostra “24 sguardi non umani” dell’artista e scienziato Lorenzo Possenti nelle le sale al terzo piano di Palazzo Oddo. La mostra ha doppia collocazione: una parte delle opere si trovano infatti presso Palazzo Oddo, mentre le altre sono state esposte presso la sede dell’ UCAI (Unione Cattolica Artisti Italiani) in piazza dei leoni. Possenti, attraverso le sue opere ci invita a cambiare il nostro punto di vista. Siamo noi uomini ad essere osservati e giudicati dagli animali, ritrovandoci in un mondo completamente ribaltato. Le due sedi possono essere visitate fino al 6 agosto tutti i giorni dalle 18 alle 23 all’UCAI mentre a Palazzo Oddo dal martedì alla domenica, dalle 9 e 30 alle 13 e dalle 15 alle 18 e 30.                                                              A Savona le suggestive Cellette del Priamar ospitano la bella personale  di Rosanna La Spesa. La mostra dal titolo: “ Glass opera in gioco” mette in luce la grande sensibilità ed abilità dell’ artista savonese nel trovare nel vetro soluzioni davvero sorprendenti. Fino al 23 luglio la personale è visitabile nei fine settimana: venerdì, sabato e domenica dalle ore 20 alle ore 22 e 30. Occasione imperdibile per chi ama l’Arte del vetro.                                                                                                          Ad Albissola Marina è visitabile una bella personale del Maestro ceramista  Claudio Carrieri Il lunghissimo titolo della mostra elenca le svariate opere con le quali Carrieri ha messo in scena sul magnifico palcoscenico della Kélyfos Contemporary Art&Design Gallery di Gianluca Cutrupi in via Isola 15 ad Albissola Marina, 30 grandi piatti ceramici realizzati ad ingobbio. Ogni elemento  non è solo uno dei temi prescelti nelle opere, ma vero e proprio attore protagonista in una commedia della natura nata tra i profumi delle prime notti d’estate nell’orto giardino di Claudio Carrieri, a San Bernardo in Valle, nel verde entroterra savonese. Qui draghi, rose, coccodrilli, cavalli alati e coccinelle prendono vita attraverso le mani dell’artista e saranno visibili fino al 29 luglio.          Ad Albenga alla Gallery di Palazzo San Siro sta ottenendo un notevole successo di pubblico e di critica la interessante mostra dedicata a Salvador Dalì aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle 18. Ad organizzare gli eventi è la infaticabile esperta d’arte e promoter Annamaria Vercellino. A margine della mostra, curata dalla stessa Vercellino, infatti vengono proposti incontri, serate, gastronomia, presentazione di libri e sfilate di moda.                                                                           Al Museo Diocesano di Albenga è visitabile la mostra temporanea “In Coena Domini” (fino al primo ottobre) che vede esposto, all’interno del rinnovato percorso museale, il “Cenacolo” di Villa Guardia, un gruppo scultoreo ligneo risalente ai primi del Cinquecento, tra le più suggestive creazioni dell’arte popolare del ponente ligure. Il Museo di Albenga e la sezione distaccata di Pieve di Teco, all’Oratorio della Ripa, custodiscono collezioni d’eccellenza, visitabili insieme al prezioso accompagnamento delle audioguide di ultima generazione, compagne di viaggio virtuali alla scoperta dei capolavori artistici esposti. Per avere maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.formaelucis.it.
A Caprauna merita una visita lo stupendo mosaico realizzato dall’ artista e camminatore Sergio Giusto insieme al professor Lorenzo Rossi, con l’aiuto di un team di numerosi collaboratori. Con i suoi 28 metri di lunghezza e tre di altezza è uno dei più grandi d’Europa. Questi i nomi degli artisti e collaboratori che hanno lavorato per 14 mesi al progetto: Mario Calcagno, Alessandro Spampinato, Beppe Ruaro, Giovanni Ruaro, Simone Terravecchia, Gianni Gamba, France Parent Gamba, Paola Iacovino, Matilde Barroero, Luca Immordino, Rebecca Cardi, Sergio Rolando e Paolo Ferraris.                                                                                                          A Castelvecchio di Rocca Barbena l’artista fiorentino Leonardo Meoni presenta un progetto dal titolo: “Una boccata d’arte”. Si tratta di installazioni ed opere che, attraverso un percorso d’arte diffusa, cerca di mettere in luce la bellezza ed importanza del silenzio, che in questo luogo stupendo ha caratteristiche del tutto particolari. A curare la mostra è l’esperta d’arte Roberta Mansueto promoter, critica e curatrice.

Claudio Almanzi

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.