Savona
Tendenza

Controlli e multe, gran lavoro a Ferragosto per la Capitaneria di Porto

Attività di controllo sul demanio e sul rispetto dell’Ordinanza di sicurezza balneareSono stati controllati n. 35 stabilimenti balneari compresi tra i comuni di Varazze e Pietra Ligure e sono state accertate n. 07 violazioni amministrative in tema di sicurezza balneare, tutela ambientale e tutela del consumatore. In particolare è stata riscontrata la mancanza di alcune dotazioni di sicurezza e equipaggiamenti di primo soccorso presso gli apprestamenti di salvataggi e l’immissione in mare di corpi morti senza la prescritta autorizzazione ambientale.Tali inosservanze hanno comportato la contestazione ai trasgressori di verbali amministrativi per un totale di settemila euroA tutela del consumatore finale il personale della Capitaneria di porto – Guardia Costiera – ha accertato in un ristorante sito all’interno di uno stabilimento balneare, che prodotto ittico pescato nell’Oceano pacifico veniva pubblicizzato nel menù e somministrato ai clienti come prodotto nostrano. Al ristoratore è stata comminata una sanzione amministrativa che può arrivare fino alla somma di 18.000 euro.In ambito demaniale marittimo al fine di contrastare il fenomeno del bivacco in spiaggia, il personale della Guardia Costiera congiuntamente alle Polizie Locali ha effettuato controlli nei comuni di Savona e Bergeggi contestando varie sanzioni amministrative e procedendo nel contempo alla rimozione delle tende. In mare, i mezzi navali della Guardia Costiera di Savona hanno pattugliato costantemente il litorale di giurisdizione, garantendo il massimo sforzo operativo nella giornata di ferragosto con l’impiego di tutti i mezzi navali a disposizione. In particolare, nell’Area Marina Protetta di Bergeggi,  sono state elevate sanzioni amministrative per ancoraggio in zone non consentite. Ulteriori sanzioni sono state elevate a diportisti che non hanno rispettato nella navigazione la distanza minima dalla spiaggia posta a tutela dei bagnati dall’Ordinanza vigente, nonché le norme riferite alla corretta locazione di unità da diporto.Interventi di soccorso in mareAnche grazie all’intensa attività di prevenzione, svolta diuturnamente dal personale della Guardia Costiera savonese sia in mare che a terra, con costanti controlli presso gli approdi turistici,  la settimana di ferragosto non ha visto particolari criticità sotto il profilo del soccorso in mare. Ad ogni buon fine si ricorda che, per ogni informazione inerente i compiti istituzionali delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, è possibile visitare il sito www.guardiacostiera.it e che per segnalare le emergenze in mare è attivo 24 ore su 24 il numero blu 1530, raggiungibile sia da telefonia fissa che mobile e che permette di mettersi in collegamento con l’ufficio della Guardia Costiera più vicino.     

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.