Albenga

Consiglio Comunale sulla questione accoglienza profughi, giunta e maggioranza: “Per farlo in piazza servono piani di sicurezza e spese non previste”

Sul tema del consiglio comunale relativo all’accoglienza profughi sul territorio di Albenga LA GIUNTA E I CONSIGLIERI DI MAGGIORNAZA affermano:

“Il Governo Meloni, incapace di gestire la delicata questione dei profughi, è stato costretto a dichiarare lo stato di emergenza e a costringere i comuni a ospitarli.
La minoranza di Albenga (composta proprio da iscritti a Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia), nell’evidente imbarazzo creato dall’incapacità del Governo, cerca inutilmente di salvare la faccia convocando un consiglio straordinario su una questione creata dai partiti di cui fanno parte e tentano di incolpare il Sindaco che, invece, ha gestito al meglio la situazione limitando il numero di persone da ospitare ad Albenga a 20 e per soli due mesi, oltre ovviamente a chiedere tutte le garanzie sui locali agli organi preposti.
La minoranza albenganese, proprio perché consapevole che le scelte derivano dal Governo, per paura di tirate di orecchie dai propri superiori, propone una delibera priva di senso perché si limita a richiedere che venga trovata un’altra collocazione, però sempre ad Albenga.
Tutto ciò senza indicare alcuna proposta alternativa a dimostrazione del fatto che probabilmente a spingerli è solo un bieco fine elettorale.
Qual è la zona migliore per realizzare un centro di primissima accoglienza per i consiglieri di minoranza?
Il Presidente del Consiglio insiste nel voler convocare questo inutile consiglio comunale in piazza San Michele creando rischi di contrasti o peggio scontri – per i quali dovrebbero peraltro ritenersi essi stessi responsabili – e dimostrando di non sapere neppure lontanamente cosa vuol dire amministrare in quanto ci vogliono piani di sicurezza e impegni di spesa non previsti, il tutto per una spesa di soldi pubblici che supera i 5.000,00 euro.
Se si vuole fare il consiglio si proceda nella sede naturale che consente a tutti i cittadini di potervi assistere essendo aperto al pubblico e in diretta streaming, senza provocare costi inutili a carico della collettività”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.