Savona

Come cambia il mercato del lavoro in Liguria

Dalla fotografia del mercato del lavoro in Liguria emerge un tasso di occupazione che ad inizio 2022 era già più alto dei livelli del 2019 (dal 63,2% al 64,7%) con un tasso di disoccupazione nettamente più basso e in linea con la media nazionale (dal 9,6% al 8,3%, con una media nazionale del 8,3%). Ma c’è anche il rovescio della medaglia: la maggior parte dei nuovi contratti è a tempo determinato. E tra le voci dove emerge questa tendenza è il settore turistico che vanta ben 18.154 attivazioni da gennaio ad agosto 2022: l’incremento della percentuale di contratti a tempo indeterminato tra le attivazioni nette è dovuto in larga parte alla stabilizzazione di preesistenti contratti a tempo determinato. Sull’attuale congiuntura economica l’Ufficio Studi nazionale di Confcommercio indica che “incombono i pericoli della crisi demografica: il bacino potenziale per la nuova occupazione si inaridisce progressivamente e la somma tra le forze di lavoro e gli inattivi cala di oltre 660 mila unità negli ultimi tre anni, rendendo sempre più urgente innalzare i tassi di partecipazione nonché le competenze e le abilità di lavoratori e disoccupati”. Inoltre il mondo del lavoro autonomo continua a mostrare elementi di difficoltà. Allo stesso tempo, nonostante la tendenza ad una maggiore partecipazione, i tassi di attività della componente femminile continuano a risultare distanti da quanto registrato negli altri paesi europei.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.