Alassio Andora Laigueglia
Tendenza

Colpo sventato dai Carabinieri. Due rapinatori arrestati in banca a Laigueglia

Laigueglia. Intorno le ore 13 i Carabinieri della Compagnia di Alassio hanno sventato una rapina in banca. L’azione criminale si è consumata all’interno dell’istituto di credito “BPM” nel cuore del centro cittadino di Laigueglia dove i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato due italiani che erano entrati poco prima nella banca armati di coltelli, minacciando il personale presente ed esigendo il denaro custodito nel caveau.
La reazione di un dipendente che ha allertato le forze dell’ordine chiamando il “112” ha permesso l’immediato intervento dei Carabinieri che hanno dapprima circondato l’edificio impedendo le vie di fuga per poi accedere all’interno della banca. Uno dei malviventi è stato arrestato sul posto con la refurtiva in mano, nel tentativo di lasciare la banca, mentre il secondo è stato catturato dai Carabinieri negli istanti
successivi all’esterno dell’edificio mentre cercava di dileguarsi nelle vie limitrofe. Per garantire la sicurezza dei cittadini e individuare eventuali complici, i Carabinieri – con personale del Commissariato di polizia di Alassio – hanno immediatamente bloccato le vie principali del paese, controllando attentamente ogni persona che entrava o usciva dal perimetro.
Dopo essere stati fermati, i rapinatori sono stati disarmati e condotti presso la Stazione dei Carabinieri dove sono stati dichiarati in stato di arresto. Le immagini di videosorveglianza comunali hanno permesso di appurare che i due soggetti erano giunti insieme sul luogo del delitto, a bordo di un’autovettura all’interno della quale sono state anche rinvenute le indicazioni geografiche della banca. La refurtiva, quantificata in 9.000 euro in contanti ed un telefono cellulare di una dipendente, è stata restituita agli aventi diritto. Per quanto riguarda invece gli arrestati, espletate le formalità di rito verranno condotti presso la casa circondariale di Imperia in attesa di convalida con l’accusa di rapina aggravata in concorso.
I Carabinieri intervenuti hanno operato con coraggio, tempestività e grande professionalità, permettendo che la situazione non degenerasse ulteriormente e che tutti rimanessero illesi, dimostrando ancora una volta l’efficacia e la determinazione dell’Arma dei Carabinieri nel garantire la sicurezza e il benessere della comunità.
Il procedimento è attualmente nella fase preliminare ed i provvedimenti finora adottati non implicano la responsabilità dell’indagato, non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da parte dall’Autorità Giudiziaria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.