Uncategorized
Tendenza

Cia Savona a sostegno dell’Emilia Romagna con una raccolta fondi

Con una lettera indirizzata a tutti i soci, anche Cia Savona si mobilita a sostegno dell’Emilia Romagna, nell’ambito della campagna solidale promossa a livello nazionale dall’associazione agricola.

E’ partita, infatti, la raccolta fondi di Cia-Agricoltori Italiani: attivo il conto corrente dedicato, della Confederazione, per dare un contributo concreto alle imprese del comparto, travolte da allagamenti e frane (causale “Cia per l’alluvione in Emilia-Romagna IBAN: IT72P0538703202000003845011).

L’Emilia-Romagna agricola sta facendo i conti con danni irreparabili, già stimati oltre un miliardo di euro, tra campi completamente allagati, allevamenti persi, stalle e strutture distrutte, senza poter quantificare il disastro ancora sotto acqua e detriti, ma soprattutto il dolore per le vittime.

Da parte di Cia, con il presidente nazionale Cristiano Fini, la solidarietà alle comunità più colpite, soprattutto nel triangolo Forlì-Cesena-Rimini, e l’appello alle istituzioni: “Occorre fare in fretta per mettere in salvo le persone e in sicurezza edifici e infrastrutture. Ci sono 37 comuni completamente allagati, senza utenze e servizi fondamentali. Sono più di 20 mila gli sfollati e migliaia le imprese in tilt, con il comparto agricolo tra i più colpiti. Serve subito una legislazione d’emergenza come per il terremoto del 2012”.

Per Cia, ci sono azioni da mettere in campo subito, in primis un Decreto legge ad hoc dove anche l’agricoltura possa trovare spazio e risorse finanziarie, perché servono interventi efficaci, concreti e all’altezza delle aspettative del mondo imprenditoriale agricolo, già da tempo alle prese non con poche avversità. Bisogna salvaguardare il sistema economico-produttivo del territorio, le filiere agricole locali a partire da quella frutticola.

Bene, per Cia, la sospensione di mutui e bollette, e che il Governo si sia prontamente attivato per richiedere anche un Fondo di solidarietà Ue. Servirà unire tutte le forze, insieme anche a un Fondo specifico destinato alla ricostruzione delle aree colpite, per favorire la liquidità delle imprese, dare sostegno al reddito dei lavoratori, inclusi quelli del settore agricolo.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.