Food & Wine Ambiente
Tendenza

Cascina Praie in festa per chef Giorgio Servetto nominato referente ligure di Euro-Toques

Cuochi e chef liguri a raccolta a Cascina Praie, ad Andora, per la prima uscita ufficiale di Euro-Toques Liguria, storica associazione internazionale di cuochi, sicuramente la più prestigiosa a livello europeo, che ha deciso di aprire una sezione ligure. Sino ad oggi, infatti, la Liguria era accorpata a Piemonte e Valle d’Aosta. Tra gli altri cuochi arrivati sulla splendida terrazza che abbraccia il golfo andorese Manuel Marchetta da Sanremo, Daniele Rebosio da Genova, Ivan Maniago da Cavi di Lavagna, Timi Shpetim Xhakosi da Finale Ligure, Renata Siboni e Ugo Vairo da Ranzo, Enrico Derflingher, presidente di Euro-Toques Italia e presidente internazionale della prestigiosa associazione fondata nel 1986 da un’idea dello chef francese Paul Bocuse che si confrontò con l’amico e collega Pierre Romeyer sui problemi a cui la ristorazione europea stava andando incontro, ma soprattutto entrambi consapevoli della deriva verso cui rischia di andare il sistema alimentare. Decisero di estendere il confronto ad altri cuochi, appassionati del loro lavoro nei singoli Paesi europei: Gualtiero Marchesi in Italia, Wegner Vogel in Svezia, Juan Mari Arzak in Spagna, Cas Spijkers nei Paesi Bassi, Myrtle Allen in Irlanda, Arne Fusager in Danimarca, Eckart Witzighann in Germania, Michel Da Costa in Portogallo, René Jacquemin in Lussemburgo, David Miller nel Regno Unito.

A Cascina Praie i cuochi liguri si sono riuniti per festeggiare, finalmente, la nascita di Euro-Toques Liguria e il primo referente regionale: Giorgio Servetto, chef del ristorante Vignamare, una Stella Verde Michelin, e direttore creativo per la ristorazione del gruppo Peq Agri, società agricola/turistico/ristorativa, proprietaria dei marchi Cascina Praie, Lupi e Guglierame per quel che riguarda il vino, ristorante Vignamare e Terrazza Praie ad Andora, il resort e agriturismo Peq Agri a Tovo San Giacomo, con i cugini Marco Luzzati e Giorgio Guastalla sempre ottimi padroni di casa. Mario Cucci, editore con la figlia Petra della guida TavoleDoc Liguria, ha introdotto il presidente Derflingher che, a sua volta, ha consegnato a Giorgio Servetto la targa di Euro-Toques.

Il tutto, naturalmente, non prima di aver fatto onore alla tavola della terrazza di Cascina Praie e ai suoi grandi vini (meritato successo per le bollicine Andalora e Andarosa, ideali per le cene d’estate). Due parole sul buffet, esplosione di Liguria, con l’aiè (una maionese all’aglio), sardenaira, la tartrà (una sorta di souffle della Cucina Bianca delle Alpi Liguri), fave e salame (fatto da Peq Agri, come tutti i salumi), la panissa, degli splendidi tartufini alle verdure, e ancora lo sgombro laccato con purè di piselli e menta, il dolce agrumato. Per quel che riguarda Euro-Toques Liguria, Giorgio Servetto sembra avere le idee chiare: lavorare, lavorare, lavorare per valorizzare i prodotti e i piatti liguri, sempre all’insegna del rispetto ambientale.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.