Albenga

Bruno Robello De Filippis lascia Fratelli d’Italia

Bruno Robello De Filippis, segretario di Fratelli d’Italia, lascia il partito della meloni, è lui stesso a spiegarne i motivi, “ non credo sia una notizia così importante e magari darà sollievo ai più, ma, visto che ricopro un ruolo seppur marginale visto che localmente è il Presidente del circolo a tirare avanti la baracca politica di FdI, comunico che ho lasciato il partito di FdI avendo già comunicato ciò al capogruppo Roberto Tomatis e al Presidente del Circolo Roberto Crosetto. Un po’ di battaglie e di comunicazioni dure le abbiamo fatte su temi in cui vedevano défaillance amministrative, ed è stata una esperienza non negativa, purtroppo andavo avanti con l’ idea di andare da soli alle amministratrive del prossimo anno e questa era l’idea anche di altri miei compagni di partito perché a volte è meglio una fine ingloriosa ma dignitosa che una ingloriosa fine non dignitosa. Ora vedo con post sdolcinati e raggruppamenti sorridenti che il circolo locale farà squadra con i vari Ciangherotti, Di Stilo ecc..io, che sono un comico di base se vogliamo anche pagliaccesco e con dei limiti enormi,  francamente con certi personaggi non riesco ad andare, è più forte di me, pur riconoscendo una grossa preparazione per esempio in Ciangherotti ed una grossa predisposizione per l’ aiuto verso il prossimo, io ad ogni esternazione che fa provo un senso di vergogna profonda, esternazioni prive di stile politico, risibili politicamente, anche cattive, che vanno pesantemente sul personale, totalmente indigeribili, pensate proprio io che ho fatto delle brutte figure un mio modus vivendi, ma, per quella poca dignità che mi rimane, patti con loro non li riesco a fare e mi fa dispiacere vedere che con l’abbaglio di una ipotetica vittoria i miei ex compagni di partito vadano con loro, divenuti in pochi giorni alleati fedeli e bravi. Non posso che augurare al mio amico Roberto Tomatis una buona cavalcata finale e ringrazio Roberto Crosetto per la fiducia accordatami, ma ragazzi a tutto c’è un limite, almeno per me. 

Avv.Bruno Robello De Filippis

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.