BorghettoLOKKIOdiRobertoTomatis
Tendenza

Borghetto, insulta il sindaco sui social: le scuse e la donazione per il murales a Falcone e Borsellino

L'opera sarà realizzata presso l'edificio scolastico Varatella, nei prossimi giorni, da artisti decoratori parte dell'associazione Amici Lucartigiano e inaugurata il prossimo 21 maggio

di Roberto Tomatis. Presso la scuola di Borghetto santo Spirito un murales di quaranta metri quadri dedicato a Falcone e Borsellino: verrà realizzato nei prossimi giorni anche con l’indennizzo di 1.000 euro da parte di un cittadino che aveva insultato su Facebook ilsindaco Giancarlo Canepa e che poi si era scusato pubblicamente, versando anche la donazione.

Lo scorso anno, commentando su Facebook un articolo relativo a un’ordinanza emessa dal sindaco Giancarlo Canepa, un utente social non si era limitato a criticarne il contenuto ma si era spinto oltre con insulti e giudizi rivolti alla persona. Di qui la querela sporta dal sindaco che nella giornata odierna è stata ritirata a fronte delle pubbliche scuse e della donazione di una somma di 1.000 euro all’associazione “Amici di Lucartigiano“, associazione che da anni si occupa di un progetto dedicato alla legalità nelle scuole di tutta Italia e che proprio a brevissimo, prenderà forma anche a Borghetto Santo Spirito. Sarà infatti realizzato un murales di quaranta metri quadri dedicato a Falcone e Borsellino sulla facciata del plesso scolastico di via Trilussa a Borghetto Santo Spirito.

“Le critiche – commenta il sindaco Giancarlo Canepa – anche quelle più dure, vanno sempre accettate e devono essere viste come possibile spunto di riflessione, come stimolo per cercare di migliorarsi. Ma gli insulti, soprattutto quelli personali, non sono tollerabili. I social danno la possibilità a tutti di esprimersi, ognuno può liberamente esprimere la sua opinione su ogni cosa anche, come spesso capita, su argomenti e situazioni che non si conoscono o, come in questo caso, su fatti che avvengono in paesi che neppure si frequentano. La libertà di pensiero è sacrosanta, la libertà di insultare no”.

“Il rispetto per il prossimo è un valore importante che dobbiamo insegnare ai nostri figli – aggiunge -. Per questo ho voluto che l’indennizzo fosse integralmente devoluto per contribuire economicamente alla realizzazione di un progetto finalizzato ad insegnare ai ragazzi delle nostre scuole il concetto della legalità e il rispetto per le istituzioni celebrando l’immagine iconica di due persone che hanno sacrificato la loro vita per lo Stato e per la giustizia” conclude Canepa.

Queste le scuse di Gabriele Camillo Lanteri pubblicate sul suo profilo Facebook: 

“In data 3 luglio 2023 su questa pagina, in relazione ad una Ordinanza emessa dal Sindaco di Borghetto Santo Spirito, ho postato un messaggio che, rileggendolo a posteriori, appare lesivo dell’onorabilità del signor Giancarlo Canepa, che è sindaco di quel comune. Le affermazioni da me scritte sul suo conto sono state frutto di una reazione istintiva e dal momento di rabbia. Non era, comunque, mia intenzione offendere direttamente né il signor Canepa né l’istituzione che rappresenta: di ciò me ne scuso e, a conferma della mia buona fede, provvederò ad effettuare una donazione all’associazione “Amici di Lucartigiano” che sta realizzando un murales presso la scuola comunale di Borghetto S.S. in memoria di Falcone e Borsellino”.

L’opera, che verrà realizzata da diversi artisti decoratori provenienti da tutta Italia, sarà inaugurata il prossimo 21 maggio, alla presenza delle autorità civili e militari.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.