Alassio Andora Laigueglia

Bivacchi, risse e accoltellamenti, weekend da dimenticare ad Alassio

Risse, accoltellamenti (quello di una ragazza soccorsa dall’ambulanza in piazza Sant’Ambrogio) e bivacchi nei giardini pubblici, nelle spiagge libere e addirittura nel parcheggio sotterraneo del palazzetto dello sport. E’ stato un weekend decisamente caldo per Alassio. Diversi gli episodi al di sopra del limite che hanno caratterizzato le giornate di sabato e domenica. Tutto dopo l’appello delle categorie di alzare il livello di sicurezza.

Alle prime luci dell’alba di ieri un gruppo di ragazzi occupavano i lettini di diverse spiagge del litorale alassino. Per ben due volte sono state allertate le forze dell’ordine. Una per il cantiere (non in sicurezza) e l’altra per un ragazzo che era sotto l’effetto di droga con il successivo intervento dell’ambulanza.

Immancabili le risse sul molo Bestoso, gli atti vandalici ai danni di negozi, ristoranti e spiagge (anche in quella di Sant’Anna dove sono stati abbandonati rifiuti di ogni tipo). Scene da dimenticare in stazione con ragazzi sui binari e sui marciapiedi in attesa dei treni per fare ritorno a casa come se fosse un “assalto alla diligenza” “La situazione è fuori controllo. Ho intenzione di avviare una petizione per chiedere la chiusura delle spiagge libere di notte”, è l’annuncio di un commerciante

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.