AlbengaLOKKIOdiRobertoTomatis
Tendenza

Bivacchi improvvisati e cene sotto le stelle: ora anche in centro ad Albenga

Diverse le segnalazioni giunte in redazione rispetto a situazioni anche nelle vie più centrali, non solo nell’alveo del fiume Centa o nelle zone più defilate della città

di Roberto Tomatis. Bottiglie di birra e vino per terra, lattine e cartoni sulle panchine: i resti di una cena improvvisata all’addiaccio. L’ eterno problema che affligge Albenga, come molte altre realtà Italiane, d’altra parte. Non c’è dubbio che l’area “camping” per i senzatetto rimane l’alveo del fiume Centa e il parco  ebike limitrofo a piazza Europa, ma altre situazioni di attenzione sono state segnalate in una zona centralissima, tra via Vecchia Morella e Via Brescia. Qui, sembra che spacciatori e consumatori bivacchino nei garage sotto i palazzi, con la complicità della scarsa illuminazione. Ma, purtroppo, nessuna zona della città sembra essere immune da questi episodi.

Sabato scorso, una nuova segnalazione è giunta in redazione. Di per sé, sembrerebbe non destare pericolo, ma un campanello di allarme ha suonato, soprattutto per gli abitanti della zona.

Il fatto sarebbe accaduto in Via Dalmazia, dove sono rimasti i segni di un bivacco notturno su una panchina nel pieno centro abitato. Segno che le zone più centrali della città stanno diventando terreno di conquista di chi “vive alla giornata”. 

Sembrerebbe trattarsi di persone che vivono nella totale indigenza, quindi ancor di più sono auspicabili controlli frequenti, in modo da evitare la trasformazione della città in un dormitorio pubblico e per cercare di capire come arginare certe problematiche. 

Ad Albenga, come in altre città, ci sono esigenze di decoro, ma anche di igiene, che riguardano tutti i cittadini. Il presidio rimane la via maestra.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.