Sport

Bicicletta e territorio, il Trofeo Laigueglia entra nelle scuole

La 61° edizione della gara internazionale per ciclisti professionisti si svolgerà mercoledì 28 febbraio 2024

Mercoledì 21 febbraio si è svolto un incontro con gli studenti delle scuole di Laigueglia, a una settimana dalla 61° edizione del Trofeo Laigueglia in programma mercoledì 28 febbraio. Presente anche il sindaco Giorgio Manfredi, mentre la docente e consigliere comunale Lucia Facchineri ha coordinato l’iniziativa. Gli interventi di Marco Pavarini, Raffaele Fumagalli e Matteo Conforti hanno raccontato ai giovani studenti la storia del Trofeo e il suo valore per il territorio, oltre a fornire spunti legati alla sicurezza stradale.

Il Trofeo Laigueglia è da decenni un importante evento ciclistico internazionale e uno strumento di promozione per il Ponente Ligure.

La 61° edizione della gara internazionale per ciclisti professionisti si svolgerà mercoledì 28 febbraio 2024 e, mentre fervono i preparativi per l’appuntamento sportivo, il Trofeo Laigueglia è… entrato anche nelle scuole.

Lo ha fatto nella giornata di mercoledì 21 febbraio, coinvolgendo le scuole primaria e secondaria di primo grado del borgo incastonato tra Capo Mele e Capo Santa Croce.

L’iniziativa, che ha visto anche la partecipazione del sindaco Giorgio Manfredi e il coordinamento della docente e consigliere comunale Lucia Facchineri, ha visto la partecipazione di diversi attori del mondo del ciclismo, che hanno potuto raccontare il valore del ciclismo e del Trofeo Laigueglia da diversi punti di vista.

Tra coloro che hanno parlato agli studenti c’era Marco Pavarini, direttore – insieme a Marco Selleri – di ExtraGiro, società incaricata dal Comune di Laigueglia dell’organizzazione tecnica del Trofeo, che ha raccontato ai ragazzi l’importanza di manifestazioni sportive come il Trofeo Laigueglia per promuovere e raccontare il territorio e la rilevanza per gli operatori che lavorano sul territorio, ricordando come questa tradizione sia nata dall’impegno dei loro nonni e della generazione di chi ha ideato la manifestazione negli anni Sessanta.

È intervenuto anche Raffaele Fumagalli per conto di ACSI Ciclismo, ente di promozione sportiva presieduto da Emiliano Borgna, coinvolgendo gli studenti in un percorso di avvicinamento al ciclismo e alla bicicletta e di educazione alla sicurezza stradale.

A raccontare qualcosa di più sul mondo del ciclismo, sia da un punto vista agonistico che turistico, e offrire ulteriori spunti a bambini e bambine e ragazzi e ragazze è stato Matteo Conforti, ex ciclista che oggi è Advertising agent per BiciSport e Cicloturismo.

Un bel momento formativo dedicato alla storia del Trofeo Laigueglia, una manifestazione importante per un territorio da sempre innamorato del ciclismo e dei suoi interpreti, e alla promozione tra i giovani della bicicletta, uno strumento che è parte integrante dello sviluppo di una mobilità più sostenibile e di cui i giovani di oggi saranno, domani, un attore fondamentale.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.