SavonaValbormida
Tendenza

Arrestato ventisettenne violento, continuava a molestare la madre

Giovane, disoccupato e tossicodipendente, questo il cocktail esplosivo che ha portato un ventisettenne di Carcare a recarsi nel negozio della madre ed a minacciarla per ottenere denaro. Al rifiuto della donna, stufa di essere l’oggetto di continue analoghe angherie da parte del figlio, quest’ultimo in evidente crisi di astinenza non ha esitato ad iniziare a distruggere l’arredamento del locale provocando un fuggi fuggi tra i clienti terrorizzati. Ed è a questo punto che la madre, nel tentativo di salvare l’attività commerciale alla quale ha dedicato tutta una vita, si è posta a scudo del mobilio, lasciando quindi incustodita la cassa e dandogli modo al di arraffare le banconote contenute per poi darsi ad una precipitosa fuga.

Allertati telefonicamente i Carabinieri di Carcare sono immediatamente giunti sul luogo, ponendosi sulle sue tracce. Con l’ausilio dei colleghi di Altare, chiamati in rinforzo, rintracciavano il ricercato poco distante con ancora il denaro addosso. Vistosi braccato il giovane, che ancora non era riuscito a procurarsi lo stupefacente, andava nuovamente in escandescenza tentando in ogni modo di sottrarsi alla cattura. Proditoriamente i militari riuscivano ad immobilizzarlo ed ad arrestarlo per poi accompagnarlo dapprima in caserma e poi presso il carcere di Genova Marassi, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’odierno arresto conferma l’attenzione dell’Arma nella protezione delle donne e delle fasce più deboli, oggetto di soprusi che divengono ancor più subdoli quando consumati all’interno delle mura domestiche.

I Carabinieri ribadiscono che, in caso di necessità, l’immediato contatto al 112 o al più vicino comando Arma, garantirà di trovare sempre qualcuno pronto ad aiutarvi e ad intervenire in vostro soccorso.

Il procedimento è nella fase preliminare ed i provvedimenti finora adottati non implicano la responsabilità degli indagati, non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da parte dall’Autorità Giudiziaria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.