Albenga
Tendenza

Giovane di Albenga aggredito per un monopattino: arrestato un 18enne nordafricano di Torino

Nella giornata di ieri il Tribunale di Cuneo ha convalidato il fermo, disponendo la custodia in carcere per il giovane marocchin


Il furto di un monopattino elettrico è sfociato in una brutale aggressione ai danni di un 23enne di
Albenga, che si trova tuttora ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale di Pietra Ligure.
Il grave episodio si è verificato verso le ore 4 di notte di domenica scorsa tra via Piave e via Costituzione ad Albenga, quando un gruppo 4 giovani turisti del fine settimana provenienti dal Piemonte, tra i 18 e i 20 anni, tre dei quali di origine straniera, dopo un breve scambio di battute con due ragazzi di Albenga, che stavano rincasando dopo una serata in discoteca, uno degli stranieri si è impossessato del monopattino della vittima, dileguandosi per le vie del centro ingauno. Il proprietario del monopattino, nel tentativo di riottenere il suo veicolo ha seguito il gruppo, notando uno dei giovani sul proprio mezzo. La situazione tuttavia è subito degenerata, tanto che uno degli stranieri, alla legittima richiesta del proprietario di restituzione del mal tolto lo ha brutalmente aggredito, sferrando un pugno al volto al 23enne albenganese, che cadendo a terra ha violentemente battuto la testa, riportando un grave trauma cranico.


L’immediato intervento dei Carabinieri della Compagnia di Albenga e dei sanitari, chiamati dall’amico della vittima, ha permesso di soccorrere il giovane, ricoverato subito in gravi condizioni all’ospedale di Pietra Ligure, e ricostruire l’esatta dinamica del furto e dell’aggressione.
Tramite la visione delle telecamere del sistema di video sorveglianza cittadina e le testimonianze
raccolte dai Carabinieri sul posto, sono stati acquisiti specifici gli elementi che hanno permesso di
focalizzare e ricostruire la sequenza dei fatti del grave episodio, soprattutto sono stati raccolti preziosi dettagli che hanno permesso di accertare le caratteristiche fisiche dei malviventi e ricostruire i loro spostamenti ad Albenga, individuandoli poco dopo in un camping cittadino e poi alla locale stazione ferroviaria mentre salivano su un treno per il Piemonte. Sono così scattate immediatamente le ricerche, estendendole a tutti i Comandi Arma interessati, terminate a Mondovì (CN) poche ore dopo, dove gli indagati sono stati fermati a bordo del treno diretto a Torino dai Carabinieri delle Compagnie di Albenga e di Mondovì.
A seguito delle indagini, un 18enne nordafricano domiciliato a Torino è stato indagato per le lesioni
personali aggravate al giovane albenganese, ed è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, mentre un 20enne sempre residente a Torino è indagato per il furto del monopattino. Il giovane marocchino, dopo le formalità di rito, è stato subito associato alla Casa circondariale di Cuneo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nella giornata di ieri il Tribunale di Cuneo ha convalidato il fermo, disponendo la custodia in carcere per il giovane marocchino.

Sono in corso ulteriori indagini per chiarire la posizione di tutti i soggetti che hanno assistito o
partecipato al furto e all’aggressione. Pronta ed efficace si è rivelata la risposta degli militari della Compagnia Carabinieri di Albenga, che in pochissimo tempo dall’evento ha permesso di dare un nome ed un volto ai presunti responsabili dell’aggressione e del furto.
Il procedimento è attualmente nella fase preliminare ed i provvedimenti finora adottati non
implicano la responsabilità degli indagati non essendo stata assunta alcuna decisione definitiva da
parte dell’Autorità Giudiziaria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.