Alassio Andora Laigueglia

Andora dice “no” alla violenza sulle donne

L’Assessorato alle Politiche Sociali del comune di Andora aderisce e sostiene la compagna contro la violenza sulle donne promossa dalle volontarie andoresi dello Zonta Club Alassio-Albenga con una serie di iniziative che coinvolgeranno amministratori, cittadini, esercizi commerciali con eventi pubblici e d’arte anche a Palazzo Tagliaferro fra cui una performance dell’artista Loredana Galante e la testimonianza di Barbara Bartolotti superstite di un tentativo di femminicidio da parte di un collega di lavoro.

Da questa notte (24 novembre) sarà illuminata di arancione la rotonda scultura fra via San Lazzaro e via Europa Unita. L’arancione sarà il colore rappresentativo che, dal 25 novembre al 10 dicembre, caratterizzerà varie iniziative. Sono, infatti, in distribuzione nei negozi alcuni cartelli con frasi significative contro la violenza di genere fisica e verbale, a sostegno delle donne che decidono di denunciare:  gli esercenti aderenti le potranno esporre in vetrina o sui banconi, insieme a un fiore di stoffa arancione ideato da Lorena Risso che coordina il gruppo di Cucito del Centro sociale.

“Abbiamo lavorato con le volontarie andoresi dello Zonta Club Alassio-Albenga per realizzare una serie di iniziative che coinvolgessero il più possibile la cittadinanza – spiega l’assessore alle Politiche Sociali Monica Risso – Gli anni scorsi abbiamo aderito  con l’illuminazione della nostra rotonda scultura e la valorizzazione della scultura contro la violenza sulle donne realizzata in via Roma dall’Associazione Arti e Mestieri.  Quest’anno c’è un ulteriore passo con una campagna social: pubblicheremo video e foto con testimonial prevalentemente maschili, presi fra gli amministratori, i cittadini, esercenti, funzionari e dipendenti che aderire pronunciando uno slogan inquadrati dalla cornice arancione con la scritta  STOP VIOLENCE AGAINST WOMEN della campagna nazionale Zonta Club”.

Fra le iniziativa l’affissione sulla facciata del Comune dello striscione Stop al Femminicidio del Centro Artemisia Gentileschi coinvolto da Comune e Zonta Club.

In programmazione anche incontri pubblici a Palazzo Tagliaferro, con ausilio di psicologi ed operatori dei servizi sociali. La chiusura dei sedici giorni di attivismo sarà il 9 dicembre a Palazzo Tagliaferro. Alle ore 11.30 ci sarà l’inaugurazione della mostra “Scacchiere dell’immaginario” di Loredana Galante. L’artista alle 14.30 realizzerà una perfomance e ci sarà un collegamento testimonianza Barbara Bartolotti superstite di un tentativo di femminicidio da parte di un collega di lavoro. Seguirà un incontro con gli operatori dei Servizi sociali comunali,  rappresentanti dello Zonta Club e una psicologa  per fare conoscere tutti gli strumenti a disposizione delle donne per emanciparsi dalla violenza di genere fisica e psicologica

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.