Food & Wine AmbienteLOKKIOdiFlavioLenardon
Tendenza

Anche per la Liguria terra di olivi, l’olio extra vergine di oliva di qualità a 30 euro al litro non dovrebbe essere uno scandalo

Non deve scandalizzare un olio di oliva a prezzi considerati alti, anche secondo il Ministro Lollobrigida perchè, come ricordato durante il convegno LILT l’olio EVO è un elisir di lunga vita

di Flavio Lenardon. Durante la Settimana della Prevenzione Oncologica 2024, dal 16 al 24 marzo promossa dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT). c’è uno degli alimenti principali della dieta mediterranea, l’olio extravergine d’oliva (evo). Uno dei prodotti principali del nostro entroterra albenganese. 

Dalla maggior parte poco conosciuto in modo profondo e, per il retaggio socio-culturale, poco considerato a livello economico. Tanto da fare impallidire l’acquirente se il suo prezzo supera i 10€/lt!  Il problema è che pur di accontentare la richiesta in commercio si trovano oli che di locale hanno ben poco. 

Il presidente della LILT, Francesco Schittulli, afferma che “L’olio evo è un elisir di lunga vita, è ricco di antiossidanti e polifenoli, vitamina E, fitosteroli e squalene, insieme alla provitamina A. Contribuisce al contrasto dell’artrosi, alla formazione delle ossa e alla mielinizzazione del cervello. Agisce sul colesterolo, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari e sui radicali liberi, rendendosi così un potente anti-invecchiamento. Riduce il rischio di malattie degenerative, supportando il sistema immunitario. Ricco di idrossitirosolo e tirosolo è un anti-tuimorale”.

Non è un caso, dunque, che l’olio extravergine di oliva sia il simbolo della Settimana per la Prevenzione, Campagna istituita allo scopo di diffondere la cultura della prevenzione e l’importanza di corretti e sani stili di vita.

Inoltre, a scendere in campo in difesa del “giusto prezzo” per l’olio extra vergine di oliva è stato lo scorso anno il ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida.

Anche il ministro pone l’accento sulle proprietà benefiche dell’olio. “Alcuni prodotti portano benessere, diventano una buona medicina, sana, senza controindicazioni particolari e devono avere il giusto prezzo e il giusto riconoscimento sociale”.

Ancora il ministro Lollobrigida, “Perché uno è convinto che pagare 30 euro per una bottiglia di vino a tavola, che dura un’ora, sia cosa normale, e quando dovesse pagare 30 euro per un litro d’olio lo vede come un furto con scasso? – chiede Lollobrigida – Questo lo ritengo un fatto assurdo, che non è rispettoso del lavoro che c’è dietro”.

Nella nostra regione la superficie olivicola è vasta, rappresentando però solo lo 0.8% del prodotto oleario nazionale, e la percentuale di abbandono degli oliveti altissima a causa della poca remunerazione del comparto. L’opera di riqualificazione del prezzo dell’olio extravergine è un fattore socio-economico determinante, che ci consentirebbe oltretutto di godere di un prodotto di altissimo profilo organolettico. 

Numero verde SOS LILT 800 998877

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.