politica
Tendenza

Albenga, tutti i punti trattati in consiglio comunale

comunicato stampa. Il Consiglio comunale si è aperto con un minuto di silenzio per le vittime del Covid, le forze dell’ordine che hanno perso la vita nell’esercizio delle loro funzioni e per la tragica scomparsa di Simone Rossi. Il sindaco Riccardo Tomatis ha colto l’occasione per ricordarlo: “Simone era un caro amico, condividevamo molte passioni e tra queste quella dello sport. Quello che è avvenuto è un dramma, una tragedia. Non ci sono altre parole per definirlo. Non ho apprezzato le considerazioni che ho letto sull’opportunità di partire per l’escursione che non lo ha visto tornare. Ci sono momenti nei quali si può solo piangere per quanto accaduto”. Il primo cittadino è poi entrato nel merito di un tema particolarmente importante: la depurazione.

“Entro la fine di marzo saranno aperte le buste per il collettamento di Vadino alla depurazione. Presto – continua il sindaco Riccardo Tomatis – Albenga depurerà il 100% dei suoi reflui. Questo è un risultato che sottolineo con particolare orgoglio. Molte amministrazioni prima della nostra hanno provato a raggiungere questo risultato non riuscendoci. Dal 2020, invece, la nostra città è depurata al 70% con evidenti risultati positivi dato che quest’anno non è stato mai emesso un divieto di balneazione”.

2) Ordine del giorno presentato da CIA Agricoltori Italiani ad oggetto: “Un Piano Nazionale per l’agricoltura e l’Alimentazione.”

È stato approvato all’unanimità del consiglio comunale l’ordine del giorno proposto dalla CIA per avere “Un Piano Nazionale per l’agricoltura e l’Alimentazione”. A illustrare la pratica il sindaco Riccardo Tomatis che ha voluto sottolineare l’importanza del settore in particolare per Albenga. “L’agricoltura è l’ “industria” più importante della piana di Albenga. Oltre alla realtà economica che rappresenta e all’indotto che genera dobbiamo pensare a questo settore anche per l’aspetto occupazionale e per i risvolti legati all’enogastronomia e al turismo legato a questo ambito. Come amministrazione e per quanto di nostra competenza abbiamo l’obbligo di tutelare un settore così importante.

I punti proposti dalla CIA in questa delibera intendono ribadire le priorità concrete del settore e delle filiere agricole. Alcuni sono molto attinenti a nostro territorio come, ad esempio quello legato all’emergenza della fauna selvatica. Sappiamo bene i problemi generati dalla presenza dei cinghiali in zone dove fino a pochi anni fa non si spingevano, o il tema dei fitofarmaci e i costi del gasolio o la lotta alla concorrenza sleale. Si tratta di misure indispensabili per mantenere un indotto economico dato da uno dei settori più importanti del nostro territorio.

3) Ordine del giorno richiesto dalla Provincia di Savona ad oggetto: “Realizzazione bretella di collegamento tratti autostradali a6-a26”

È passata all’unanimità la delibera proposta dalla Provincia riguardante la realizzazione della bretella Carcare-Pedrosa. Il consigliere Raiko Radiuk ha proposto l’emendamento per aggiungere il tratto di collegamento con Albenga. Afferma a tal proposito il sindaco Riccardo Tomatis: “La Liguria, e in particolare il suo Ponente, vive una situazione difficile dal punto di vista della viabilità e dei collegamenti, determinata da una mancanza di programmazione e di interventi sulle infrastrutture che dura da decenni. Sono ben note le lunghe code in Autostrada durante il periodo delle festività, dei ponti e in particolare nei weekend estivi. Anche in situazioni di “normalità” per raggiungere il Ponente Ligure spesso vi sono non poche difficoltà”. Le conseguenze le sottolinea il primo cittadino ingauno: “Se per raggiungere il ponente ligure si devono mettere in conto le lunghe ore di coda in autostrada o sull’Aurelia, attualmente unica alternativa, il rischio è che il turismo e l’economia ne risentano”.Per questo – continua – è necessario pensare a una nuova via che possa collegare la Riviera di Ponente con il Nord Italia, in particolare con il Piemonte. Il raddoppio ferroviario è un’opera importantissima, ma oltre alla tempistica per la sua concretizzazione, non possiamo non costatare che il trasporto su gomma è ancora fondamentale sia per il turismo che per le attività agricole e imprenditoriali”. Precisa infine il sindaco Tomatis: “Naturalmente la realizzazione dell’Albenga-Carcare-Predosa non deve in alcun modo andare a modificare le caratteristiche dei paesi che da essa saranno attraversati o lambiti. Si tratta di comuni che hanno caratteristiche ambientali importanti e nei quali si sono sviluppate realtà legate all’outdoor (si pensi alla mountain bike, alle arrampicate e molto altro) che rappresentano un’eccellenza e che non devono in alcun modo essere compromessi”.

4) Gemellaggio istituzionale tra il Comune di Albenga (SV) e il Comune di Villalba (CL). Approvazione

Il legame tra Albenga e Villalba si consolida e rafforza. È stato ufficializzato, infatti, con delibera di consiglio il gemellaggio tra le due cittadine che si concretizzerà, inoltre, con la visita del sindaco Riccardo Tomatis nella cittadina siciliana in prossimo fine settimana .

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “L’amicizia tra le due città risale agli anni ‘50 quando alcuni villalbesi decisero di trasferirsi ad Albenga. Questa comunità di uomini e donne, da subito, si spesero per Albenga impegnandosi nel lavoro, nella vita sociale e culturale della nostra città, pur mantenendo il forte legame con la loro terra. Grazie a queste caratteristiche il rapporto tra le nostre comunità negli anni è andato consolidandosi anche attraverso scambi reciproci e incontri tra le Amministrazioni, il tutto senza dimenticare la preziosa collaborazione del Comitato di Santa Lucia. A nome mio e di tutta l’Amministrazione posso dire di essere fiero di poter procedere, attraverso il gemellaggio, a formalizzare questo legame. Questa occasione sarà inoltre spunto per sviluppare progetti, scambi culturali e incontri che permetteranno agli albenganesi di conoscere la storia di Villalba e viceversa”. La delibera emendata per ricordare anche la figura del sindaco Guarnieri primo sindaco donna e originaria della cittadina siciliana, è stata approvata all’unanimità.

5) Approvazione nuovo Regolamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari;

A relazionare il punto i consiglieri Vincenzo Munì e Emanuela Guerra: “Con l’approvazione del regolamento comunale si chiude un percorso iniziato qualche mese fa con l’approvazione del nuovo Statuto Comunale, statuto che è stato consegnato alla cittadinanza e in particolare ai giovani delle scuole. In qualità di relatori di questo progetto, siamo molto soddisfatti di aver concluso questo percorso di ammodernamento e rinnovo e ringraziamo il Sindaco Riccardo Tomatis e tutta la maggioranza per la fiducia dimostrata ed il Consigliere Riccardo Minucci per aver votato favorevolmente a questo nuovo regolamento, a dimostrazione della bontà e della condivisione di questa iniziativa. Un grazie ovviamente non può che andare alla Segretaria Generale del Comune di Albenga Dott.ssa Nerelli e al Funzionario Dott. Giordano per la preziosa collaborazione e supervisione tecnico giuridica. Con il regolamento abbiamo inteso dare attuazione a diverse disposizioni del Consiglio Comunale, consentendo di snellire alcune procedure di organizzazione e funzionamento dello stesso. Viene in particolare regolamentata l’elezione del vice presidente del consiglio comunale, figura “nuova” a fianco del Presidente del consiglio, totalmente a titolo gratuito. Vengono poi innovate le competenze delle commissioni consiglieri permanenti, temporanee e speciali, dando un peso proporzionale al voto secondo l’esito delle elezioni comunale. Viene inserita la possibilità di discutere, all’interno del Consiglio, del cosiddetto question time, ovvero le domande che i cittadini possono protocollare all’attenzione dei consiglieri e trovare risposta all’interno della stessa seduta. Si dà poi una tempistica certa alla discussione di mozioni, interrogazioni e interpellanze, per non prorogare a lungo le risposte che la cittadinanza chiede. Uno strumento quindi moderno che riteniamo possa dare un nuovo impulso all’attività del Consiglio e delle commissioni consiliari, in presenza di norme chiare e trasparenti. Il nuovo regolamento comunale recepisce quindi molte delle novità introdotte dal nuovo Statuto cittadino e di questo siamo certi, garantirà alle Amministrazioni future di poter usufruire di uno strumento nuovo e moderno, vicino alle nuove esigenze dei nostri tempi, favorendo così la vita democratica e amministrativa della nostra città.”

La delibera è stata votata dai consiglieri di maggioranza, dal consigliere Minucci. La minoranza si è astenuta.

6) Comunicazione al Consiglio Comunale – Variazione di Cassa al Bilancio 2024 (art. 175 – comma 5 bis – lettera d – d.lgs. 267/2000) – Delibera di Giunta Comunale n. 17 del 18/01/2024; 7) Comunicazione al Consiglio Comunale – Variazione di Cassa al Bilancio 2024 (art. 175 – comma 5 bis – lettera d – d.lgs. 267/2000) – Delibera di Giunta Comunale n. 66 del 22/02/2024; 8) Ratifica della deliberazione della Giunta Comunale n. 30 del 01.02.2024 avente ad oggetto “Variazione al Bilancio di Previsione 2024/2026”; 9) Ratifica della deliberazione della Giunta Comunale n. 63 del 19.02.2024 avente ad oggetto “Variazione al Bilancio di Previsione 2024/2026”; 10) Delibera di Consiglio Comunale n. 76 del 21.12.2023: “Bilancio di previsione per l’esercizio 2024/2026 – (art. 151 del D.Igs 267/2000 e art. 10 D.Igs. 118/2011). Approvazione”. Errata Corige – Rettifica

Le delibere che sostanzialmente consistevano in prese d’atto di delibere di Giunta riguardavano alcune variazioni di bilancio in particolare relative ai patti educativi di comunità, al campo solare e allo stanziamento per le manutenzioni con asfalto a caldo dei piani viari e manutenzione marciapiedi. Le delibere sono passate con il voto della maggioranza mentre la minoranza di è astenuta sul punto.

11) Svolgimento in forma associata delle funzioni in materia di paesaggio di cui all’art. 9 comma 1 della L.R. 13/2014 tra il Comune di Albenga, iI Comune di Castelbianco, il Comune di Castelvecchio di Rocca Barbena e il Comune dí Vendone – Rinnovo convenzione

La delibera è stata data per letta ed è passata all’unanimità

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.