Albenga

Albenga, demolita la “Casa del Capitano”, al via la realizzazione della Stazione di Posta

In Regione Rapalline, è finita la demolizione dell’ex Casa del Capitano e, nei prossimi giorni, inizieranno i lavori per la realizzazione dell’housing temporaneo – “stazione di posta”.

L’intervento, finanziato con 545mila euro attraverso PNRR, prevede la realizzazione di un edificio comprendente 4 camere da due posti ciascuna, servizi igienici, zona accoglienza, un ambulatorio, locali tecnici e professionisti per la gestione della struttura.

Afferma l’assessore alle politiche sociali Marta Gaia: “Come Amministrazione ci siamo sempre adoperati per trovare soluzioni valide, sia attraverso risorse comunali che intercettando fondi, per dare risposte abitative, che siano esse definitive o temporanee.

Grazie al costante impegno degli uffici, che ringrazio, siamo riusciti ad ottenere i fondi messi a disposizione dalla missione 5 del PNRR.

Con questi abbiamo demolito l’ex Casa del Capitano, abbandonata da tempo e non più recuperabile, e realizzeremo una stazione di posta – housing temporaneo – per le persone senza fissa dimora presenti sul territorio. Il progetto ovviamente prevede anche un’assistenza alla persona con operatori qualificati.

Coloro che saranno inviati alla struttura vi potranno soggiornare per un periodo limitato di tempo, e troveranno l’assistenza necessaria sia giuridica/burocratica (ad esempio per accedere all’ISEE, agevolazioni e supporti economici) sia sanitaria (ad esempio per ricevere cure mediche adeguate, essere indirizzato verso i giusti percorsi assistenziali sia psicologica e sociale).

Intendiamo costituire una vera e propria equipe multidisciplinare integrata con figure specialistiche, che svolgerà il ruolo di “regia” dei percorsi individuali e di autonomia in stretta connessione con la rete dei servizi locali”.

Non si tratta dell’unico intervento che l’Amministrazione ha portato avanti su questo tema.

Spiega l’assessore Gaia: “Negli ultimi anni abbiamo aumentato le case disponibili per le emergenze abitative sistemando 3 appartamenti (presto sistemeremo il quarto) e ci siamo attivati per aderire a tutti i progetti, i bandi e gli avvisi per intercettare i fondi disponibili.

Siamo inoltre in continuo contatto con ARTE per velocizzare i lavori sugli immobili vuoti”.

Aggiunge il sindaco Riccardo Tomatis: “L’ex casa del Capitano, ormai in stato di abbandono da anni, è stata finalmente demolita.

Al suo posto sorgerà un nuovo edificio che darà un aiuto alle persone che si trovano in uno stato di difficoltà e senza un’abitazione.

Questo intervento si inquadra in un progetto a lungo termine che mira alla valorizzazione di un contesto sociale fondamentale per la nostra città.

Importantissimo sottolineare che all’interno della stazione di posta vi sarà il personale necessario ad offrire un’assistenza, non solo materiale, ma anche psicologica e burocratica a queste persone in modo da permettere loro di trovare le modalità giuste anche per accedere agli aiuti e ai servizi di sostegno.

Si tratta di un intervento di grande valore umano e siamo felici di essere riusciti a intercettare le risorse necessarie a realizzarlo”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.