Albenga

Albenga 2024, centrodestra riunito a Sagralea: “Evento volano per l’economia del territorio. Città merita governo serio e alternativo al PD”

Ieri, venerdì 18 agosto, i capigruppo in consiglio comunale Gero Calleri (Lista Calleri), Roberto Tomatis (Fratelli d’Italia), Eraldo Ciangherotti (Forza Italia) e il presidente del parlamentino albenganese Diego Distilo si sono riuniti alla tradizionale rassegna enograstronomica di Sagralea. 

Il capogruppo ingauno della Lega Cristina Porro, che non ha potuto presenziare alla rassegna insieme al gruppo per motivi di viabilità, ha dichiarato: “Purtroppo non sono riuscita ad arrivare in tempo per ragioni legate al traffico, ma le occasioni per confermare la forte volontà di lavorare insieme per Albenga non mancheranno. Gli albenganesi vogliono voltare pagina dopo cinque anni di non governo. Insieme agli alleati del centrodestra e a tanti cittadini desiderosi di dare il loro contributo per il bene comune, la Lega è pronta a fare la propria parte con proposte serie e concrete”.

“È una delle manifestazioni più importanti per il nostro territorio – si legge in una nota congiunta di tutto il centrodestra ingauno -. Cinque giorni di grande festa, ma anche una prestigiosa vetrina per tutte le eccellenze enogastronomiche del comprensorio albenganese. Ogni anno Albenga e le sue frazioni hanno la fortuna di ospitare diversi eventi espressione delle tipicità locali. Con i suoi vini e la sua cucina, Sagralea incarna alla perfezione l’essenza del made in Albenga”.

La tutela del patrimonio enogastronomico albenganese e la valorizzazione delle imprese agricole del territorio rappresentano due punti chiave della proposta programmatica del centrodestra ingauno: “Su questi aspetti la convergenza è totale – fanno sapere Calleri, Distilo, Ciangherotti, Porro e Tomatis -. Il comparto agricolo albenganese deve essere sostenuto attraverso l’individuazione di misure volte a garantire il mantenimento del tessuto economico attuale”. Va in questa direzione l’obiettivo del centrodestra ingauno di “implementare le attività agrituristiche e la sinergia tra le diverse aziende nell’ottica di rendere più competitive le attività sia in termini di acquisto che in termini di vendita”, sottolineano. 

I quattro capigruppo e il presidente del consiglio comunale albenganese unitamente al segretario provinciale dell’Udc Roberto Pizzorno che aderisce al progetto del centrodestra ingauno unito e che nei prossimi giorni incontrerà tutti gli esponenti locali per definire strategie e scelte programmatiche, infine, lanciano un messaggio corale in vista del voto in programma nel 2024: “Albenga e gli albenganesi meritano qualcosa di diverso rispetto alla pessima gestione amministrativa targata PD degli ultimi cinque anni – concludono -. I risultati sono sotto agli occhi di tutti, così come il sempre più diffuso malcontento tra i cittadini. Gli albenganesi meritano un’amministrazione preparata e alternativa a questa maggioranza. Servono proposte serie e davvero funzionali alle reali esigenze della collettività. Per questi motivi, il centrodestra albenganese si presenterà unito alle prossime elezioni e metterà in campo una proposta programmatica ispirata ai principi di sicurezza, efficienza e decoro della città”. 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.