Alassio Andora Laigueglia

Alassio merita di più, l’intervento di Jan Casella

Negli ultimi mesi siamo intervenuti più volte sul tema della sicurezza che sta caratterizzando, in negativo, la nostra estate. Purtroppo non è l’unico punto debole e la povertà dell’offerta di eventi e il degrado urbano sono grosse criticità sotto gli occhi di chiunque.

Inizia agosto, e io decisamente avrei preferito non dover fare questo intervento. Ho sperato, fino all’ultimo in un qualche colpo a sorpresa da parte dell’Amministrazione Melgrati, e invece per il momento dobbiamo constatare una programmazione turistica assolutamente non all’altezza del nome di Alassio.

A parte il Ligyes, erede del Festival della cultura, rassegna a cui il Sindaco tiene particolarmente e sul quale sono state stanziate abbondanti risorse, oltre i 150.000€, l’estate alassina poco altro sta offrendo ai turisti che, malgrado la diffusa percezione d’insicurezza, continuano a scegliere la nostra città.

Come Alassio di Tutti auspichiamo un’inversione di rotta ad estate in corso, ma ancor di più ci auguriamo che l’amministrazione sia già al lavoro sulla programmazione natalizia e pasquale.

Delle cene a numero chiuso e a pagamento come il “White gala dinner”, non possono essere il fiore all’occhiello della nostra offerta turistica.

Abbiamo sempre sostenuto di investire maggiormente sulla destagionalizzazione, ma non si può neanche privare l’estate di una città come la nostra, di eventi di richiamo e di intrattenimento di livello.

Constato anche, con rammarico, che una delle poche recenti invenzioni turistiche alassine dell’ultimo decennio come la “Festa dei colori” non è stata portata avanti da chi ha l’onore di guidare la nostra città.

Gli imprenditori alassini fanno i salti mortali ogni giorno per presentare al meglio la città e le proprie attività; il Comune ha il dovere di non rendere vani questi sacrifici e di contribuire a rendere Alassio sicura, curata e attrattiva ai nostri turisti.

Ci auguriamo che sia l’ultima estate alassina con un calendario così “povero”.

Jan Casella – a nome di Alassio di Tutti

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.