Cultura
Tendenza

Al volume “Inglesi in Liguria” il Premio Anthia 2023 al Libro ligure dell’anno

Si è tenuta ieri, al Teatro Carlo Vacca di Peagna di Ceriale, la serata culturale conclusiva della
42a edizione della Rassegna “Libri di Liguria”, mostra bibliografica di volumi di argomento ligure tradizionalmente organizzata dall’Associazione Amici di Peagna all’interno di Casa Girardenghi per dare conto delle più recenti acquisizioni della biblioteca specializzata che essa gestisce.
Programmata come evento inaugurale il 27 agosto scorso e rinviata a causa dell’allerta meteo, la serata ha visto il succedersi di due momenti. In occasione del primo, dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Ceriale Marinella Fasano e dell’Assessore alle manifestazioni Gianbenedetto Calcagno, il Presidente degli Amici di Peagna Giovanni Merlo ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato, quest’anno e in passato, con l’associazione, favorendone l’attività e le iniziative nel comune intento di promuovere e valorizzare la cultura ligure. Tra questi, la Parrocchia di Peagna, il Comune di Ceriale, il Circolo degli Artisti di Albissola Marina, il Circolo Fotografico “San Giorgio”, l’Associazione di Promozione Sociale “Melisma” di Loano e l’Associazione artistica “Lo Schizzo” di Toirano.
Assieme al bibliotecario, Nicola Panizza, è stata poi ripercorsa brevemente la storia dell’associazione, con la sua costituzione nel 1981 e il suo notevole sviluppo negli anni grazie soprattutto a figure rappresentative come quelle dei primi due presidenti, Ugo Balbi e
Franco Gallea, di Ferdinanda Fantini e Gian Carlo Ascoli, di Monsignor Fiorenzo Gerini e
del terzo presidente Stefano Roascio. Ricordata, in tal senso, l’assoluta continuità nell’organizzazione della rassegna estiva, che malgrado le restrizioni imposte dal periodo
pandemico si è tenuta regolarmente, per volontà dell’ex presidente Giuliano Michelini e di
tutti i membri del Direttivo, anche nel biennio 2020-2021, sono state di seguito illustrate le
modalità di acquisizione, ogni anno, dei nuovi libri di argomento ligure, spiegati i criteri di
allestimento della mostra in Casa Girardenghi e, in ultimo, anticipati al pubblico gli obiettivi futuri dell’associazione, tra cui l’integrazione in SBN del catalogo della biblioteca e l’ampliamento della propria programmazione culturale con presentazioni e incontri lungo tutto l’anno solare.
Il secondo momento della serata si è concentrato, come da programma, sulla
presentazione dei cinque volumi finalisti del Premio Anthia al Libro ligure dell’anno,
selezionati a partire da oltre 220 titoli acquisiti e presi in considerazione dall’associazione:
Claudia Ghiraldello, Arte profana nel caruggio di Loano. Con ricerche dal Catasto
napoleonico ed un percorso inedito su Ernesto Piumatti, Genova, De Ferrari, 2023;
Castelvecchio di Rocca Barbena. Vita e storia di un borgo millenario nell’alta Val Neva, a
cura di Silvio Riolfo Marengo, con Silvia Malco Badano e Roberto Badano, Albenga,
Bacchetta Editore, 2022; Inglesi in Liguria. Castelli, ville, giardini, storie, a cura di
Alessandro Bartoli e Francesca Centurione-Scotto Boschieri, Genova, SAGEP, 2023;
Cristina Croce, Medioevo disvelato. Fede, eros e autorappresentazione nei graffiti della
Genova dei secoli XI-XIV, Genova, SAGEP, 2023; Alessandro Carassale, Mercanti d’olio.
Circuiti commerciali dalla Liguria all’Atlantico (1709-1815), Roma, Carocci, 2023. Per ogni
volume è stata data lettura della motivazione di inclusione nella cinquina dei finalisti e sono
stati invitati sul palco autori e curatori presenti.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.