Eventi

Al via questa sera l’attesissima rassegna estiva del Teatro dell’Opera Giocosa di Savona

Al via questa sera l’attesissima rassegna estiva del Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, per il ventesimo anno nei suggestivi spazi della Fortezza del Priamar.

Un cartellone di spettacoli dal vivo che, accanto ai titoli operistici più tradizionali ne affianca altri moderni e innovativi, con lo scopo di allargare il panorama dell’offerta culturale sul territorio, catalizzare le attenzioni di un pubblico nuovo e della critica nazionale e avvicinare le nuove generazioni alla musica dal vivo.

In calendario un grande titolo di repertorio, L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, che vedrà Aldo Sisillo alla direzione dell’Orchestra Sinfonica di Savona e Stefania Panighini alla regia, i quali attualizzeranno quest’opera sempreverde in coproduzione con il Teatro Comunale Pavarotti-Freni di Modena.

Nonostante la forte pressione per la sua realizzazione (Donizetti ebbe a disposizione solo quattordici giorni per comporre il lavoro e sette ne ebbe Felice Romani per produrre il libretto), la pièce rappresenta uno degli esempi più alti dell’opera comica ottocentesca. Forte della sua esperienza con l’Opera Giocosa, Stefania Panighini ha dimostrato grande capacità di coinvolgimento di giovani e giovanissimi, portando avanti una collaborazione fattiva con le scuole che grazie a progetti PCTO, ha permesso di includere gli allievi della scuola superiore Ferraris Pancaldo nel ruolo di affiancamento alle figure professionali e i ragazzi dell’istituto Mazzini Da Vinci per un progetto grafico sui temi affrontati nell’opera.

Il progetto vede l’inserimento, oltre al Coro del teatro dell’Opera Giocosa diretto dal maestro del coro Gianluca Ascheri, di alcuni cori cittadini quali il coro voci bianche Dna Musica di Savona, Coro Giuseppe Manzino, Coro Ioninì, Coro Gospel Choir, coro Bruckner, Coros G.B. Chiossone e il coro polifonico di Valleggia e del complesso bandistico A. Forzano creando così una vera e propria festa musicale nel corso dello spettacolo.

A sostegno dell’impegno del Teatro dell’Opera Giocosa per il rispetto dell’ambiente, argomento tra gli altri trattato quale tema dell’opera, anche quest’anno si rinnova la collaborazione con Acqua Calizzano Fonti Bauda per un teatro plastic-free.

Un’immersione nella Francia del secolo scorso sarà invece la serata del 15 luglio dedicata a Poulenc e Cocteau, con l’accostamento de La voix humaine (1958) e La Dame de Monte-Carlo (1961) entrambe per la musica di Francis Poulenc e libretto di Jean Cocteau, Un turbinio di emozioni tra psiche femminile e gioco d’azzardo. La realizzazione di questo dittico, per la prima volta in esecuzione a Savona, sarà a cura del grande soprano Renata Scotto, che curerà la regia e guiderà il soprano Diana Lamar. Il Direttore d’orchestra sarà Matteo Beltrami lodevole presenza dei cartelloni europei e apprezzato dal pubblico e dalla critica.

Sul versante della musica sacra, in linea con un progetto che ha avuto inizio lo scorso anno e che punta alla valorizzazione del territorio, sarà protagonista lo spettacolo itinerante Stabat Mater: Giovani mimi realizzeranno e riprodurranno alcuni quadri del barocco ligure accompagnando le note della sequenza pergolesiana e il mirabile testo attribuito a Jacopone da Todi abbinandolo all’arte figurativa.

Tre concerti al Priamar completeranno il cartellone estivo due concerti tra tradizione e modernità. Work Song, un concerto di sicuro interesse musicale, sociale e culturale
nella rilettura jazz dei canti di lavoro per la prima volta a Savona e un omaggio al mondo della lirica con un concerto sinfonico che vedrà impegnati come solisti il soprano Adriana Iozzia e la giovanissima violinista Eleonora Podestà e l’Orchestra Sinfonica di Savona diretta da Giovanni Di Stefano.

“Esportiamo produzioni fatte a Savona in giro per la Liguria. Vorrei creare sinergia con la Regione per esportare ancora di più. Quando abbiamo deciso di iniziare questa operazione estiva, ci siamo resi conto che dovevamo dare una svolta. Il Teatro dell’Opera Giocosa, l’unico teatro di tradizione in Liguria e uno dei pochi in Italia, non è soltanto Savona, è la Liguria: abbiamo deciso di andare in diverse località del Ponente ligure, con lo scopo di valorizzare il territorio. Per il primo spettacolo del programma, l’orchestra sarà inglobata in una struttura scenografica: un palcoscenico nella città, per il pubblico e per Savona, per dare un’idea di festa come momento di aggregazione e unità totale, che è quello che la musica rappresenta”, ha detto il direttore dell’orchestra sinfonica di Savona Giovanni De Stefano.

“Siamo molto orgogliosi del tipo di proposta culturale. Accoglie le realtà che a Savona operano nel tema della musica e del canto: testimonianza è il grande inizio del programma (L’elisir d’amore). Un orgoglio dentro l’orgoglio è il Premio donna scrittrice, che sbarca a Savona, dimostrando quanto questa città stia diventando attrattiva anche per manifestazioni che si svolgono altrove. Si tratta di un premio totalmente femminile, che vedrà al suo interno anche “un premio nel premio” dedicato alle aspiranti scrittrici più giovani”, ha aggiunto l’assessore Nicoletta Negro.

“La Regione sostiene le cose belle, che hanno un significato importante per il nostro territorio. Sono molto contento che il Santuario venga valorizzato, in ogni sua parte: deve essere un punto fondamentale da dove partire e un’occasione per inserire la storia delle nostre province all’interno di queste manifestazioni”, ha aggiunto il consigliere regionale Alessandro Bozzano.

“Il programma ambizioso è uno dei motivi per cui la Fondazione De Mari sostiene l’Opera Giocosa, che ha il ruolo non solo di allietare le nostre serate, ma di valorizzare la scena culturale savonese e di stringere rapporti con altre importanti realtà”, ha concluso il presidente di Fondazione De Mari, Luciano Pasquale.

Per una cultura di qualità e più accessibile rispetto al crescente rincaro di molti settori l’Opera Giocosa si presenta in controtendenza sui prezzi. Il costo del biglietto intero sarà di €25 (a fronte dei €35 degli anni scorsi) e saranno sempre attive varie riduzioni per gli over65 (€ 20) e gli under26 a (€10). Promozioni per famiglia, gruppi e associazioni di categoria sul nostro sito www.operagiocosa.it. Biglietteria: prevendita dal 19 giugno al 2 luglio – dal 10 al 15 luglio – 22 e 23 luglio. Teatro Chiabrera – dal lunedì al sabato – 10.00/12.00 – 17.00/19.00 019-801155/ 366-6726682

Nelle sere di spettacolo sarà attiva la biglietteria in Fortezza dalle ore 20.00 È consigliato T’acquisto dei biglietti online tramite Ticket Web dal 19/6 alle ore 10.00 www.operagiocosa.it. E’ consigliato l’acquisto dei biglietti online tramite TICKET WEB dal 19/6 alle ore 10 www.operagiocosa.it.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.