Albenga
Tendenza

Agrivoltaico, CIA Savona: “Occasione storica per la riconversione energetica, stop al limite dell’autoconsumo”

In relazione alla probabile emanazione del nuovo bando sull’Agrivoltaico entro luglio, il punto sulla strategia di azione relativa a questa opportunità per le imprese agricole e la loro riconversione energetica.

Cia Savona è stata in prima linea già con il precedente avviso, con sette aziende della provincia che hanno ottenuto i finanziamenti per la realizzazione degli impianti fotovoltaici sulle strutture produttive agricole: per questa seconda tranche di risorse è prevista la disponibilità di una nuova figura potenzialmente in grado di svolgere importanti funzioni di supporto alle imprese (Giorgio Pietronave).

Per questo è in programma uno speciale webinar il 28 giugno alle ore 10.00, con gli interventi di ESCo Agroenergetica, la società a supporto della Confederazione Italiana Agricoltori in ambito energetico: Gianmichele Passarini, presidente, Marino Berton e Massimo Bagnoli, consiglieri delegati. Infine un “question time” a cura del team di ESCo.

“Per Cia e i suoi associati sarà occasione di una riflessione comune finalizzata a valutare un impegno significativo nell’accompagnarele aziende interessate in questo percorso” afferma l’associazione agricola savonese nella presentazione di questo nuovo focus sulle potenzialità del bando.

La misura è inserita nella missione “Rivoluzione verde e transizione ecologica” – “Economia circolare e agricoltura sostenibile”, ed è finalizzata a sostenere gli investimenti nelle strutture produttive del settore agricolo, zootecnico e agroindustriale al fine di rimuovere e smaltire i tetti esistenti e costruire nuovi tetti isolati, creare sistemi automatizzati di ventilazione e/o di raffreddamento e installare pannelli solari e sistemi di gestione intelligente dei flussi e degli accumulatori.

Questo secondo avviso, inoltre, presenta novità importanti rispetto al primo, a cominciare dal superamento del limite dell’autoconsumo: si prevede un finanziamento a fondo perduto fino all’80% (con una dotazione di circa 700 milioni di euro), percentuale raddoppiata rispetto al precedente provvedimento, con l’opzione dell’autoconsumo condiviso e, soprattutto, il 30% di contributo (finanziamento pari a 75 milioni), prevedendo maggiorazioni per piccole e medie imprese e per aree svantaggiate, con la possibilità di vendita dell’energia prodotta sul mercato.

L’ufficio tecnico di Cia Savona sarà ancora a disposizione delle imprese per la presentazione delle domande e della relativa documentazione necessaria.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.