Savona

A Varazze superata del 65% la differenziata

Una buona notizia per il Comune di Varazze in tema ambientale ed in particolare sulla raccolta differenziata dei rifiuti dopo la comunicazione Regionale sui dati riferiti all’anno 2022.

Infatti il dato per la cittadina savonese ritorna a superare il 65% , obiettivo minimo di legge, con una crescita rispetto all’anno precedente di 1,75% punti assestandosi al 65,64%.

Anche il dato sulla percentuale di riciclaggio del rifiuto prodotto rientra nei parametri scongiurando il pagamento della tassa relativa alla compensazione ambientale.

Un risultato importante – commenta il Sindaco di Varazze Luigi Pierfederici – che ci vede nuovamente superare il minimo di legge del 65% che riteniamo comunque essere non solo obiettivo normativo ma anche di sensibilità ambientale.

Già prima dell’avvento del Covid-19 il dato, per la nostra Città, era stato positivo superando la quota minima di legge, per poi vedere un arretramento dovuto, secondo le analisi effettuate, al mancato apporto delle attività non domestiche che avendo il servizio porta a porta ed essendo le principali fonti di rifiuto in termini quantitativi, innalzava conseguentemente anche la qualità dello stesso con ricadute positive sul dato.

Con il risultato acquisito in questi giorni vediamo nuovamente un trend in crescita che fa ben sperare per il futuro.

Ovviamente questo dato non può e non deve soddisfare le nostre aspettative, “prosegue il Sindaco di Varazze, “ma al contrario deve essere di stimolo per continuare a vedere un risultato in crescita.

Ricordo che il dato relativo alla Città di Varazze ha visto un salto in avanti considerevole da quando è stato introdotto il sistema di raccolta differenziata in atto, ovvero a fine 2015, passando nel giro di pochi anni da un dato “negativo” al 65,64% attuale con un incremento considerevole di punti percentuali.

Abbiamo ancora molto da lavorare sia sul sistema di raccolta che sul controllo dello stesso con azioni di sensibilizzazione alla cittadinanza ma anche con azioni repressive mirate ad individuare soprattutto chi non rispetta la civiltà altrui.

A tal proposito, oltre le attività di sensibilizzazione ambientale messe in atto, come di consueto negli anni anche con l’aiuto dell’eco-ausiliario, è in itinere una nuova campagna informativa per le attività domestiche e non domestiche che si protrarrà anche nell’autunno con nuovi incontri con la cittadinanza.

Inoltre, al fine di avere un maggior controllo del territorio ed attuare ulteriori azioni mirate e di carattere repressivo, sono in fase di attivazione ulteriori interventi che andranno a punire chi, non rispettando l’ambiente e la comunità, compie atti di abbandono del rifiuto sul territorio comunale.

Infine, su richiesta dell’Amministrazione, per il periodo estivo in particolare, sono in corso servizi aggiuntivi da parte della società quali un maggior lavaggio di strade e cassonetti, aree giochi ed arredi, presenza di più operatori ecologici in servizio quotidianamente addetti allo spazzamento delle vie e si introduce anche la presenza di un operatore nelle frazioni comunali per un servizio dedicato.

L’augurio – termina il Sindaco – è vedere il dato sempre in aumento nel futuro fino a stabilizzarci oltre alla soglia minima di legge che non deve essere un punto di arrivo ma di stimolo e di crescita soprattutto a livello culturale e civile”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.