Loano
Tendenza

A Loano sono stati installati a Loano quattro nuovi pannelli informativi per l’allerta meteo

A Loano sono stati installati a Loano quattro nuovi pannelli informativi per l’allerta meteo.

Grazie alle tre lampade di cui sono dotati, i pannelli informeranno con rapidità e semplicità la popolazione qualora la protezione civile regionale dovesse promulgare lo stato di allerta meteo gialla, arancione o rossa.

I pannelli sostituiscono quattro apparati analoghi presenti nei medesimi punti “strategici” del territorio e cioè: la rotonda tra via Aurelia e piazza San Francesco, nei pressi del mercato ortofrutticolo; Campo Cadorna; la rotonda di via degli Alpini; la rotonda di via Orsolani.

Nell’occasione, il sistema di segnalazione luminoso è stato rinnovato permettendo il collegamento diretto alla centrale operativa dell’Associazione di Polizia Locale dei Comuni di Loano e Finale Ligure.

Il controllo remoto avviene quindi attraverso il software di allertamento Nowtice, adottato dai due Comuni ad ottobre dello scorso anno per diramare ai cittadini aggiornamenti sulle emergenze ed importanti informazioni per la loro sicurezza.

Il sistema Nowtice è in grado di sfruttare vari canali comunicativi per garantire la massima diffusione dei messaggi (come ad esempio Telegram e l’App IO, leggi qui per saperne di più).

I nuovi pannelli “semaforici” sono predisposti proprio per questa funzione e consentono di raggiungere in modo visivo i cittadini presenti nell’area, nel momento stesso dell’emissione di un allertamento meteo.

Nei prossimi giorni verrà terminata l’integrazione software ed il sistema sarà pienamente operativo.

Cos’è Nowtice

Nowtice è un software di comunicazione che consente di inviare a tutti gli utenti iscritti messaggi istantanei riguardanti le allerte o i bollettini meteo, la viabilità e le emergenze che si verificano sul territorio, così come comunicazioni generiche rispetto a situazioni per le quali si rende necessario informare nel minor tempo la più ampia fascia di popolazione possibile.

Sviluppato dall’azienda torinese Regola, con questo sistema è possibile inviare due differenti tipologie di messaggi.

La prima tipologia sono le “allerte pubbliche”, cioè messaggi di emergenza o comunicazioni ordinarie rivolte in modo massivo a cittadini, utenti di siti web e iscritti alle pagine dei social network. Questi messaggi possono essere inviati in caso di situazioni critiche (ad esempio le allerte meteo) o in scenari quotidiani (ad esempio per comunicare le variazioni alla viabilità, la chiusura di scuole e uffici o quanto altro di pubblico interesse ).

Il sistema consente al cittadino di rimanere costantemente aggiornato attraverso la ricezione dei messaggi di allerta su più canali di comunicazione: scaricando l’applicazione Flagmii su Google Play (https://play.google.com/store/apps/details?id=regola.flagmii&hl=it&gl=US) o su App Store (https://apps.apple.com/it/app/flagmii/id658216360); scaricando l’App Io (per i residenti non è necessaria nessun’altra azione, per i non residenti è necessario iscriversi ad Allerteitalia indicando il proprio codice fiscale; unendosi al canale Telegram dedicato (https://t.me/PLrivieradiponente); iscrivendosi al portale AllerteItalia (https://tinyurl.com/AllerteItaliaFinaleLigureLoano) e compilando tutti i campi della registrazione si consentirà alle amministrazioni di inviare comunicazioni direttamente sul proprio indirizzo di posta elettronica o PEC ed solo in caso di necessità inviare SMS o chiamate personalizzate in base alle informazioni fornite sulla propria residenza.

Le “allerte private”, invece, permettono di inviare messaggi riservati a destinatari selezionati. I messaggi privati non sono visibili sui canali pubblici e sono tipicamente utilizzati per comunicare con operatori tecnici, squadre di intervento, referenti di Enti e istituzioni. Per esempio è possibile inviare messaggi privati per pre-allertare i responsabili di protezione civile nel caso di rischio meteorologico.

Il sistema è in dotazione al servizio di protezione civile e polizia locale e viene gestito dalla Centrale Operativa Unica dell’Associazione delle Polizie Locali di Loano e Finale Ligure.

Restano attivi gli altri sistemi di allertamento già noti: i pannelli luminosi presenti sulle strade; il sito istituzionale del Comune di Loano e quello del Comune di Finale Ligure; le pagine social di Facebook, Instagram e Twitter di PLrivieradiponente.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.