Savona

A “I Mercoledì di Pozzo Garitta”arriva il sindaco di Aosta Gianni Nuti

Proseguono le serate de “I Mercoledì di Pozzo Garitta” grazie al contributo e ai patrocini del Comune di Albissola Marina e della Fondazione de Mari.

Mercoledì 12 luglio, alle 21,30, avremo nostro ospite il Sindaco di Aosta Gianni NUTI . già musicista, pedagogista, scrittore e operatore sociale, che, a colloquio con il nostro sindaco Gianluca NASUTI e coadiuvati dalle letture di Jacopo MARCHISIO, analizzeranno alcuni punti della esperienza amministrativa a livello locale, proposta nell’ultimo suo libro che qui di seguito Gianni Nuti ci descrive: 

“Questo volume, pubblicato dal mio editore fiorentino Antonio Pagliai raccoglie le riflessioni del sindaco di una piccola città di montagna capoluogo di regione che ha dedicato la sua esistenza, fino al momento della sua elezione, all’insegnamento, all’attenzione per gli ultimi e all’amore per l’arte. Con questo filtro egli osserva una comunità che cresce e si trasforma, si interroga su eventi, testimonianze storiche o biografie locali che possono diventare emblemi di un sentire comune. Si tratta di brevi appunti che – da occasioni fortuite, da momenti salienti, da incontri memorabili e spesso inaspettati – accendono una luce di conoscenza sulle cose ultime di ogni individuo e di comunità intere, ma tentano altresì d’indagare sul senso di una missione, oggi vituperata e negletta, eppure così alta, così trascendente come il dedicarsi al bene comune: la politica.

L’ordine degli appunti segue un percorso che parte dall’intreccio più naturale e remoto tra pedagogia e politica, alla riscoperta delle radici comuni alle due linee. Poi scava nel passato recente di questo paese per creare un gioco di immagini riflesse tra l’esperienza di uomini-chiave della Prima Repubblica e la contemporaneità, per dare profondità storica al proprio agire e pensare quotidiano. Segue una sezione dedicata agli incontri, alle scintille scoccate dal contatto con persone più o meno celebri: una ricostruzione di sinapsi emotivo-affettive, di cuori pulsanti dai ritmi concordi; un’altra che parte da eventi o situazioni significative per la vita della città e infine una conclusiva, nella quale si guarda al mondo da un periferico, minuscolo isolotto mosso da irti monti. L’ambizione è che al lettore paiano piccole storie che volano basso, ma riescono ad effondere sottili sentimenti poetici, pensieri visionari, lievi e gravi insieme.”

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.