Liguria
Tendenza

A Genova proseguono i festeggiamenti per il secolo di cura dell’ospedale San Martino

Proseguono le celebrazioni per i primi ‘cent’anni di cura’ dell’Ospedale Policlinico San Martino: tra gli appuntamenti in calendario, un ciclo di 5 incontri, il secondo dei quali è previsto lunedì prossimo, 9 ottobre, a partire dalle ore 16.00, presso le Cisterne del Ducale ed è intitolato ‘Dalla peste al Covid: dal Pammatone al San Martino’.

L’incontro, aperto alla cittadinanza, intende raccontare quanto drammaticamente avvenuto negli anni della pandemia, come la sanità è riuscita a contrastare la piaga del Covid, facendo paragoni con le epidemie del passato.

Segue scaletta dei relatori e rispettivi interventi:

•                 Chiara Dentone: Come è cambiato l’approccio clinico al Covid in questi 4 anni

•                 Giancarlo Icardi: La diagnostica molecolare per tutti e a tutte le ore

•                 Alessandra Morando, Riccardo Papalia: La grande capacità di adattamento all’ospedale

•                 Paolo Frisoni: Senza il 118 sarebbe stato molto difficile

•                 Eleonora Arboscello: Le trasformazioni del pronto soccorso

•                 Lorenzo Ball, Chiara Robba: La ventilazione e la rianimazione per un lavoro di squadra

•                 Andrea Bruno: Lavorare in un reparto Covid: professionalità e tanto altro

•                 Diego Ferone: La cultura e l’intelligenza clinica dell’internista nei 3 anni di pandemia

•                 Nicola Rosso: La tecnologia è stata fondamentale

•                 Emanuela Barisione: Dalla diagnostica invasiva al long-Covid

•                 Sabrina Beltramini, Antonio Vena: Monoclonali e antivirali, uno straordinario successo

Moderatore Guido Filippi, giornalista de Il Secolo XIX

Si ricorda che, per partecipare all’incontro, è necessario iscriversi. L’iscrizione, gratuita, può essere effettuata online al link: https://www.symposiacongressi.com/centenario-ospedale-policlinico-san-martino/

<<Sarà interessante fare un confronto con le grandi epidemie del passato – sottolinea il direttore generale del San Martino, Marco Damonte Prioli – in questa occasione entreremo nel merito dell’incredibile sforzo svolto dalla sanità nel fronteggiare un nemico subdolo quale il Covid 19. Siamo certi di poter stupire il pubblico entrando nel merito tecnico di quanto avvenuto, dando spazio alla nostra ‘orchestra’, perché durante la pandemia i professionisti impegnati in questa lotto si sono uniti e hanno profuso un incredibile sforzo comune utile a lasciarci alle spalle un nemico che inevitabilmente è stato capace di fare la storia. Ancora una volta aspettiamo i genovesi, sperando come dico sempre, ancora una volta, di renderli fieri di noi>>.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.