Cultura
Tendenza

A Cisano è presente un suggestivo lavatoio pubblico

La piccola frazione di Conscente (Cisano sul Neva) è piuttosto pittoresca. Il suo nome deriva dall’espressione latina “ad confluentem”, perché sita alla confluenza dei torrenti Neva e Pennavaire. L’origine del borgo affonda nel Medioevo, fu prima feudo benedettino, poi ceduto al vescovo di Albenga, che lo concesse ai conti Cepollini ad inizio del trecento. nel corso del cinquecento passò di mano varie volte, prima ai Fieschi, poi ai costa e infine alla famiglia del Carretto nel 1731. Fu la famiglia Costa a fondare il castello posto in cima al borgo, ancora oggi di proprietà. Nel 1929 si consumò l’ultima modifica amministrativa, con il passaggio dal comune di Zuccarello a quello di Cisano sul Neva, del quale è ancora oggi parte integrante. Due sono le borgate che lo compongono: quella centrale e il rione del “Gombo”, così denominato per l’esistenza di almeno tre frantoi.

In questo scenografico contesto, nel cuore del borgo medievale, in uno slargo realizzato al di sotto della sede stradale di via Crocere, troviamo un bellissimo lavatoio pubblico a pianta quadrata realizzato in pietra e poi rimodernato in cemento. Lo riporta la pagina social Lavatoi del Ponente. Non presenta nessuna copertura. Da segnalare il perfetto stato di conservazione e la presenza abbondante di acqua. Purtroppo non abbiamo informazioni sull’epoca di costruzione né alcun documento d’archivio. L’acqua scorre abbondante anche nel vicinissimo “beo”, che passa sopra il piano stradale, e che era probabilmente la gora di alimentazione di un antico mulino.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio

Questo si chiuderà in 5 secondi

Adblock rilevato

Considerate la possibilità di sostenerci disabilitando il blocco degli annunci.